Skip to content

Produzione vino

L’arte della creazione del vino affonda le proprie radici in tempi antichissimi: il nostro paese era conosciuto già dai Fenici e dai Greci per il terreno particolarmente fruttuoso e le enormi distese di viti. In questo lavoro non viene richiesta solamente una grande esperienza, ma si necessita soprattutto di una forte predisposizione all’ascolto nei confronti della natura e del territorio. Ci vogliono le mani sagge e gentili di un contadino per creare un vino di qualità. Il Valcalepio è un vino particolarmente apprezzato in terra bergamasca, poiché per molto tempo ha costituito il vero e proprio motore di rinascita dell’enologia all’interno di questo territorio. È proprio verso la metà degli anni Settanta che, come risposta ad un lungo periodo di corsa all’industrializzazione selvaggia, vengono poste le basi per la produzione di questo vino bergamasco. Nell’anno 1976 viene ottenuto il decreto che stabilisce ufficialmente la denominazione di origine controllata (DOP) per il Valcalepio. Successivamente, nel 1993, viene annoverata nella DOC anche una nuova tipologia di Valcalepio rosso, ovvero la riserva, la cui peculiarità principale è sicuramente l’invecchiamento più marcato. Questa storia di passione, di tenacia e di intraprendenza tutta bergamasca ha gettato le basi per molti altri progetti analoghi che hanno puntellato tutta la nostra penisola. L’attenzione assidua nei confronti della natura e la riscoperta di un’arte antica (ma sempre attuale), ovvero la viticoltura, sono ciò che tuttora anima la nostra attività aziendale: il vino, così complesso ma altrettanto semplice…

Valcalepio rosso DOC
Possiamo dire che sia uno dei nostri fiori all’occhiello, grazie all’abilità e alla profonda passione di Pierangelo. Il Valcalepio Rosso DOC è un blend di uve Merlot e Cabernet Sauvignon vinificate in momenti diversi: infatti, le due uve hanno due differenti epoche di maturazione. All’inizio della primavera, quando le nostre colline iniziano a vestirsi di fiori di ogni colore, i vini vengono miscelati con le proporzioni indicate dal disciplinare: Merlot 40-75% e Cabernet 25-60%. Dopodiché si procede ad un affinamento in botte di almeno un anno, di cui sei mesi li trascorre all’interno di botti di rovere. Si inizia a venderlo dal 1 novembre dell’anno successivo alla vendemmia. Questo vino è caratterizzato da un color rosso rubino che tende lievemente al granata, da un profumo deciso all’interno di cui è possibile già da subito percepire la nota data dall’amarena. Il suo sapore è asciutto e morbido, con una sensazione piena e soddisfacente. Si sposa alla perfezione con i piatti di carni rosse e carni bianche, ma anche arrosti, cacciagioni e formaggi.
Valcalepio rosso Riserva DOC
Alcune partite di vino, particolarmente importanti in quanto a maturità e struttura, le lasciamo affinare per un tempo maggiore: parliamo di tre anni, tre anni in cui nasce quello che viene chiamato il Valcalepio rosso Riserva DOC. Questa tipologia conserva le caratteristiche del Valcalepio rosso DOC, accentuate però da una struttura più consistente e da una personalità sicuramente superiore. Si tratta di un vino impegnativo, ma sempre volutamente armonico.

blank

Per maggiori informazioni non esitare a contattarci!